La maggior parte della gente dedica più tempo a evitare i problemi che a tentare di risolverli

La maggior parte della gente dedica più tempo ad evitare i problemi, che a tentare di risolverli (H. Ford)

lunedì 23 luglio 2012

Edilizia residenziale pubblica-Subentro nel rapporto locativo-Limiti-Diritto all’acquisto-Trasmissione agli eredi-Non sussiste

Tribunale di Ascoli Piceno, Sezione distaccata di San Benedetto del Tronto, n. 222/12 del 22 giugno 2012, F.O. contro ERAP di Ascoli Piceno (Giudice Gianfelice).

L’ E.R.A.P. è competente ad emettere il decreto di rilascio dell’alloggio di edilizia residenziale pubblica detenuto in assenza di un titolo autorizzativo.

L’art. 20 septies della L.R. 16-12-2005, n. 36 ribadisce quanto già stabilito dall’art. 43, comma 5, della L.R. n. 22-7-1997, n. 44, secondo cui in caso di ampliamento stabile del nucleo familiare dell’assegnatario, il componente autorizzato acquisisce il diritto al subentro trascorsi due anni dall’autorizzazione dell’ente gestore. Quest’ultima disposizione è stata ritenuta conforme al dettato costituzionale con la sentenza della Corte Cost.  18-1-2008, n. 7).

Il diritto all’acquisto di una casa popolare non si trasmette agli eredi se l’assegnatario è deceduto prima della stipulazione definitiva del contratto di compravendita, così come statuito dalle Sezioni Unite della Corte di Cassazione con sentenza del 17-5-2007, n. 11334.