La maggior parte della gente dedica più tempo a evitare i problemi che a tentare di risolverli

La maggior parte della gente dedica più tempo ad evitare i problemi, che a tentare di risolverli (H. Ford)

giovedì 8 marzo 2012

Bollette telefoniche–Spese di spedizione-Sono a carico dell’utente

Cass. civ. Sez. III, 13 febbraio 2009, n. 3532

Le spese di spedizione della fattura relativa ai corrispettivi dovuti dagli utenti  (cosiddette "bollette telefoniche") non sono a carico dell'impresa che eroga il servizio.

La spedizione non rientra nell'operazione di emissione della fattura, e la sua spesa è disciplinata nell'ambito del diritto civile e della volontà contrattuale delle parti, dovendosi correlare all'obbligazione di pagamento del servizio telefonico.

Se contrattualmente previsto, tali spese gravano sull'utente e sono anticipate da chi emette la fattura, il quale ha diritto al relativo rimborso, che deve essere escluso dalla base imponibile del corrispettivo per il servizio reso dal gestore, come si evince dall'art. 15, primo comma, n. 3, del citato d.P.R. n. 633