La maggior parte della gente dedica più tempo a evitare i problemi che a tentare di risolverli

La maggior parte della gente dedica più tempo ad evitare i problemi, che a tentare di risolverli (H. Ford)

venerdì 25 febbraio 2011

Impiegati pubblici–Uso mezzo proprio-Limiti

C. Conti, Sez. Riunite, 7 febbraio 2011, n. 8/CONTR/11

L’art. 6, comma 12, del d.l. n. 78/2010, convertito in legge n. 122/2010 non si applica al personale adibito a funzioni ispettive nonché, avuto riguardo alla natura dell’attività svolta, dei soggetti impegnati nello svolgimento di funzioni istituzionali relative a compiti di verifica e controlli, viceversa per il personale impegnato in funzioni diverse “l’autorizzazione è finalizzata esclusivamente alla copertura assicurativa dovuta dall’amministrazione in base alle vigenti disposizioni in materia, esclusa ogni possibilità di rimborso delle spese per
l’utilizzo del mezzo proprio.

Il dipendente che intenda avvalersi del mezzo proprio, al fine di rendere più agevole il proprio spostamento, potrà comunque conseguire l’autorizzazione da parte dell’amministrazione, con il limitato effetto di ottenere la copertura assicurativa dovuta
in base alle vigenti disposizioni.

Le disposizioni interne delle singole amministrazioni potranno prevedere, in caso di autorizzazione all’uso del mezzo proprio, un indennizzo corrispondente alla somma che
il dipendente avrebbe speso ove fosse ricorso ai trasporti pubblici, ove ciò determini un
più efficace espletamento dell’attività, garantendo, ad esempio, un più rapido rientro in
servizio, risparmi nel pernottamento, l’espletamento di un numero maggiore di
interventi.