La maggior parte della gente dedica più tempo a evitare i problemi che a tentare di risolverli

La maggior parte della gente dedica più tempo ad evitare i problemi, che a tentare di risolverli (H. Ford)

martedì 2 novembre 2010

Decadenza–Mancata stabile occupazione–Nozione-Legittimità

TAR Lombardia, Sez. I, 13-26 ottobre 2010,n. 7074

Deve, pertanto, confermarsi l’orientamento della Sezione secondo cui la decadenza comminata all'assegnatario di un alloggio di edilizia popolare che non  abiti  stabilmente  l'appartamento,   non  presuppone   un  abbandono formale e definitivo, rilevando, a tal fine, anche comportamenti comunque indicativi di un disinteresse o di un non prevalente interesse del soggetto ad un'abitazione continua, attraverso utilizzi intermittenti e sporadici e ciò anche se la mancata stabile occupazione sia motivata da ragioni di vita e di lavoro e pertanto  non  sorretta  da  animus  dereliquendi.  Infatti  la ratio  sottesa  alla normativa in questione risiede nell'interesse pubblico a che, in conseguenza della penuria di abitazioni destinate ai meno abbienti, gli alloggi di edilizia residenziale pubblica vengano, e restino, assegnati a chi intende farne un uso continuativo,  non  già un uso  sporadico,  occasionale  o stagionale  (T.A.R. Lombardia Milano, sez. I, 30 giugno 2010 , n. 2676).