La maggior parte della gente dedica più tempo a evitare i problemi che a tentare di risolverli

La maggior parte della gente dedica più tempo ad evitare i problemi, che a tentare di risolverli (H. Ford)

sabato 18 settembre 2010

Pubblico impiego - Progressioni verticali - Riforma D.lgs. n. 150-09 - Decorrenza - Bandi successivi all'entrata in vigore - Si applica


 

L’art. 52 comma 1 bis del d.lgs. 165/2001 vieta perentoriamente l’effettuazione di concorsi interamente riservati ai dipendenti interni, e ciò fa con effetto dall’entrata in vigore della fonte che lo contiene.

Per verificare se il bando finalizzato all’esperimento di una procedura concorsuale interamente riservata agli interni, sia o meno illegittimo, e conseguentemente se l’annullamento in autotutela, successivamente disposto, sia sorretto o meno da uno dei necessari presupposti, occorre quindi avere riguardo alla data di pubblicazione del bando rispetto a quella di entrata in vigore del d.lgs. 150/2009.


Non può in proposito valorizzarsi la circostanza che il piano occupazionale sia stato approvato prima dell’entrata in vigore della legge poiché, esso costituisce un atto generale di pianificazione che certamente non può risultare impermeabile alle sopravvenienze normative che fissano divieti o impongono limiti.