La maggior parte della gente dedica più tempo a evitare i problemi che a tentare di risolverli

La maggior parte della gente dedica più tempo ad evitare i problemi, che a tentare di risolverli (H. Ford)

domenica 28 marzo 2010

Occupazione abusiva immobile edilizia residenziale pubblica - Procedibilità d'ufficio

Cass. pen., Sez. II, 26 gennaio - 25 febbraio 2010, n. 7575

(Guida al Diritto, 27 marzo 2010, n. 13, pag. 87)

 

In tema di occupazione abusiva di un immobile, ai fini della procedibilità d'ufficio del reato di cui all'art. 633 c.p., l'uso della disgiuntiva nella locuzione contenuta nell'art. 639-bis del c.p. pone il carattere pubblico dell'edificio come di per sé sufficiente a configurare la suddetta procedibilità d'ufficio.

In altre parole è sufficiente che l'edificio sia di proprietà pubblica e cioè rientri in una qualsiasi delle categorie di cui all'art. 822  e ss. c.c.; quindi non solo nei beni demaniali, ma anche in quelli del patrimonio indisponibile o disponibile.

Comporta la procedibilità d'ufficio anche l'occupazione di beni che, seppur appartenenti a privati, sono destinati ad uso pubblico.

L'occupazione di un immobile appartenente ad un comune e destinato all'edilizia residenziale pubblica rientra in ambedue le fattispecie.