La maggior parte della gente dedica più tempo a evitare i problemi che a tentare di risolverli

La maggior parte della gente dedica più tempo ad evitare i problemi, che a tentare di risolverli (H. Ford)

venerdì 27 febbraio 2009

Gara - Offerta - Sigillo e firma del plico


 

La lex specialis di gara, pertanto, ai fini del regolare confezionamento dei plichi  contenenti le offerte, ha previsto la doppia garanzia, costituita dalla controfirma su lembi di chiusura e  la sigillatura con ceralacca, adempimento la cui  inosservanza viene sanzionato a pena di esclusione.


Per costante giurisprudenza amministrativa si osserva come la sigillatura con ceralacca della busta contenente l’offerta è posta per garantire la segretezza dell’offerta, la parità di trattamento dei partecipanti, la trasparenza ed imparzialità dell’azione amministrativa per cui, in caso di espressa previsione del bando, la sua mancanza va sanzionata con l’esclusione dalla gara (Consiglio di Stato Sezione VI 20.4.2006 n. 2200; Consiglio di Stato Sezione V 22.12.2005 n. 7330). La sigillatura con ceralacca assolve, pertanto, alla duplice funzione di garantire l’integrità del plico mediante un sistema di  chiusura estremamente affidabile, oltre alla paternità dello stesso attraverso l’apposizione  del sigillo; ciò rende  irrilevante, degradandola a mera irregolarità, l’eventuale assenza della controfirma  sul lembi di chiusura, seppur prevista dalla disciplina di gara (Consiglio di Stato Sezione V, 21.9.2005 n. 4941).

Nel caso di specie, secondo quanto emerso dall’istruttoria, l’istante non si era limitato a chiudere il plico con ceralacca, ma aveva altresì apposto il sigillo recante le iniziali del presentatore Pasquale Caprio “P.C.”. Tale specifica formalità permette indubbiamente alla stazione appaltante di avere certezza della paternità del plico, dal momento che il sigillo è un elemento idoneo ad individuare precisamente il mittente.

Di conseguenza è possibile, in questo caso, ritenere assolta la formalità prescritta dalla lex specialis attraverso la sigillatura, la quale rende subordinata la mancata apposizione della firma a scavalco, nel rispetto del principio della par condicio.